Il mio fantasma

Mi ricordo benissimo i primi mal di testa. Avevo 37 anni circa. Mai sofferto in vita mia.

All'inizio passavano con le banali pastiglie poi piano piano aumentava aumentava e non riuscivo più a debellarlo.
Stavo chiusa in camera a letto, vomitavo e mi durava anche 3 giorni. senza poter lavorare o occuparmi di mia figlia piccola. Sono andata avanti così per 3 anni, pensavo fosse una questione di cervicale o stanchezza non immaginavo di soffrire di emicrania.

Un giorno finalmente una neurologa mi disse che soffrivo di emicrania e dovevo assolutamente curarmi.
Ho imparato a gestirlo ma quando mi viene sono arrabbiata, debilitata e consapevole che ce ne saranno tanti altri e sto male anche per questo.
Sì l'ansia più grande è: quando mi verrà? Stanotte, domani che dovrò cantare, in viaggio? È come avere un fantasma vicino e mi crea angoscia anche se con le cure adeguate non sto male come una volta.
Non so perché soffro di emicrania, ma è veramente un'esperienza del dolore tremenda.

 

di Anita Dordoni

 

« Torna alla sezione "Raccontare la cefalea"

top
Pagina aggiornata al: 24 settembre 2014 16.01.01